Crea sito

Storia dell’uovo di Pasqua

Storia dell’uovo di Pasqua.

Manca più di un mese alla Pasqua, ma girovagando per i supermercati è già possibile trovare scaffali stracolmi di Uova di Pasqua.

Un po’ come accade tutti gli anni le grandi catene di distribuzione sono partite con largo anticipo a proporre i dolci tipici del periodo pasquale, un po’ come avviene per il Natale. Ma questa tradizione delle uova di pasqua da dove è cominciata? E quando? Ecco la risposta!

Un po’ di storia.

Ancora prima dell’epoca Cristiana, tra la popolazione persiana e cinese vi era l’usanza di scambiarsi delle semplici uova di gallina come augurio di buona fortuna. Questi potevano essere crudi o cotti, ed eventualmente decorati a mano con molta semplicità.

Diffusasi un po’ ovunque anche il Cristianesimo riprese la tradizione trovando nell’uovo un simbolo di vita e resurrezione. L’uovo dalla sembianza di un sasso genera infatti al suo interno una vita.

Nel corso del medioevo le uova venivano fatte bollire insieme a foglie o fiori per poterne colorare il guscio, ma fu solo a fine 1800 che la tradizione delle uova di pasqua iniziò ad assomigliare alla nostra.

Peter Carl Fabergé, alla corte dello Zar di Russia fu incaricato di creare un dono per la zarina Maria. Lui creò un uovo di platino smaltato di bianco con all’interno un altro uovo in oro con all’interno due doni. Una riproduzione della corona e un pulcino d’oro.

Il successo fu tale che Fabergé produsse centinaia di uova preziose, diffondendo anche l’usanza del dono posto all’interno.

Fu probabilmente a causa del consumismo che l’uovo divenne di cioccolato. Già nell’800 i dolciari piemontesi, forse i veri precursori dell’attuale tradizione, producevano uova di cioccolato artigianali e grandemente decorate con all’interno un piccolo dono.

Nel corso del ‘900 invece la grande richiesta di uova favorì una produzione industriale di grande scala, sempre con l’inserimento di doni all’interno. Ciò ha poco alla volta superato la tradizione dell’uovo di gallina fino a farla quasi scomparire.

Se però guardate gli scaffali dei supermercati vi accorgerete anche di un ulteriore cambiamento. Dalle semplici uova di cioccolato di qualche anno fa siamo passati a uova a tema, cioè uova pasquali con sorpresa incentrate su un tema particolare, una squadra di calcio, un cartone animato, una serie di film ecc.

Cioccolato fondente con diverse gradazioni, al latte, bianco, con nocciole a pezzi o intere, oggi abbiamo solo l’imbarazzo della scelta. Voi quale comprerete?

 

Clicca qui per vedere i nostri lavoretti:

Home Page Lavoretti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.